28 agosto 2012

CHIUSO PER FERIE

Ciao a tutti! voglio informarvi che da domani fino a sabato vado al mare e non sarò presente sul blog. 
A prestissimo!
Un bacione,
Sophie

Anteprima LA COLONIA SOMMERSA di Kat Falls

Esce il 7 Settembre in libreria, per la collana Lain, un nuovo romanzo distopico: LA COLONIA SOMMERSA il primo capitolo della duologia di Kat Falls. 
Una distopia subacquea, un’autrice scoperta da Arthur Levine, editor di Harry Potter, un esordio entusiasmante che ha catturato l’attenzione della Disney, che ne produrrà un adattamento cinematografico con la regia di Robert Zemeckis.


Traduzione di Marco Astolfi
Collana: Lain
Pagine: 285
Euro: 9,90
In libreria dal 7 settembre 2012

Trama
Un romanzo ambientato in un universo post-apocalittico in cui, a causa del riscaldamento globale, le acque hanno ricoperto gran parte della superficie terrestre. A seguito di questa catastrofe ecologica l’intero genere umano è posto di fronte alla scelta di disputarsi il poco spazio rimasto a disposizione, o spostarsi negli sconfinati abissi oceanici.
In questo universo acquatico le abitazioni hanno la forma di gigantesche meduse attorno alle quali si estendono sterminate coltivazioni sottomarine; gli uomini, la cui pelle emana uno strano bagliore, si nutrono di piccoli pesci luminescenti, hanno riserve di ossigeno liquido per respirare sott’acqua e nuotano fasciati in avveniristiche tute idrorepellenti, spostandosi a bordo di rapide vetture. È qui, tra le profondità oceaniche, che Ty Towson è nato e cresciuto, ma quando incontrerà Gemma, una ragazza che viene dal mondo emerso in cerca di suo fratello scomparso in mare, la sua vita diventerà improvvisamente più complicata. Insieme, Ty e Gemma dovranno affrontare pericolose creature e avventurarsi in remote città lungo frontiere sommerse. Più scenderanno tra i fondali più scopriranno oscuri segreti che nemmeno il mare riuscirà a nascondere.

L'autrice
Kat Falls vive a Evanston, Illinois. Ha conseguito un Master in sceneggiatura presso la Northwestern University, dove insegna. Può vantare al suo attivo ben quattro opere opzionate da registi indipendenti e un contratto con la Disney per la scrittura di una sceneggiatura originale. Lei stessa ha scritto e diretto un piccolo film indipendente.


Dark Life series
1. Dark Life (La colonia sommersa, 2012)
2. Rip Tide
Rip Tide (Dark Life, #2)
Dark Life (Dark Life, #1)

Recensione SEX AND THE COUNTRY di Ree Drummond

Se credete che le storie d’amore smielate e perfette esistono solo nei libri vi sbagliate… bè la storia che vi sto per raccontare l’ho letta in un libro ma visto che si tratta  dell’esperienza realmente vissuta dell’autrice non conta come finzione, no?
In ogni modo questo libro mi ha fatto venire una gran voglia di andare in campagna a cercarmi un cowboy!

Sex and the country
Trama
Mollato l'amebico fidanzato a Los Angeles, incerta sul da farsi e un tantino confusa, Ree è tornata nella sperduta cittadina di provincia dei suoi: circondata da immensi ranch, e dove nemmeno il sabato sera c'è bisogno di mettersi in tiro. Doveva essere solo una pausa di riflessione prima di decidere cosa fare del suo futuro: e invece il destino si è messo in testa di intervenire. Sotto forma del proprietario di un ranch, un cowboy che sussurra ai cavalli, ara la terra, si prende amorevolmente cura delle mucche, e soprattutto indossa i Wrangler più sexy che Ree abbia mai visto. Un uomo taciturno e muscoloso, deliziosamente brizzolato, irresistibilmente ruvido, meravigliosamente maschio... E così, manco a dirlo Ree - la stessa che andava in giro per Los Angeles con tacco 12 e si nutriva esclusivamente di sushi e insalatine - si ritrova all'improvviso più che tentata da una vita tutta diversa: aria aperta, informi camicione di jeans, frequenti e fin troppo ravvicinati contatti con bestiole di vario genere, bistecche alte un dito e patate arrosto, con buona pace di qualunque dieta. Ma anche baci roventi con il cowboy dei suoi sogni, e un batticuore che non provava da troppo tempo... 


La mia recensione
Ree ha deciso di lasciarsi alle spalle la sua vita di Los Angeles e dopo aver lasciato il fidanzato decide di tornare a casa dai suoi genitori per schiarissi un po’ le idee prima di partire alla volta di Chicago e di una nuova vita. Ma a volte il destino ha per noi un progetto molto diverso e soprattutto molto lontano dai locali chic, dalle discoteche e dagli aperitivi a base di sushi; una sera in un locale Ree incontra un affascinante cowboy, perfetto e molto sexy nei suoi jeans Wrangler e nella sua camicia, la ragazza attacca bottone e dopo due ore a parlare è decisamente cotta di quell’uomo che ha ribattezzato Marlboro Man (e verrà chiamato così per tutto il romanzo).
“… fu allora che lo vidi – il cowboy- in fondo al locale. Alto, robusto con una birra in mano, i capelli cortissimi e brizzolati. Dio santo! Era un’autentica visione. Rimasi alcuni minuti a fissarlo come un ebete, poi feci un respiro profondo e mi alzai. Dovevo vedergli le mani. Mi avvicinai e con aria indifferente presi quattro olive dal vassoio degli stuzzichini. Le mani erano belle, grandi e forti. Bingo!”

L’uomo però non la chiama ne il giorno dopo ne la settimana successiva e Ree cerca di convincersi che è un bene non sentire quell’uomo, che però aleggia sempre nei suoi pensieri, visto che la partenza per Chicago è alle porte: dopo quattro mesi passati nella casa della sua infanzia in campagna la vita mondana inizia un po’ a mancarle. Quale momento migliore per Marlboro Man di farsi vivo?!
I due vanno a cena, escono  e si conoscono, in breve tempo (e parlo di qualche settimana) Marlboro Man le dichiara il suo amore:
“… ero mezza addormentata quando Marlboro Man mi sfiorò delicatamente l’orecchio con le labbra. Fece un respiro profondo, e mentre il suo petto si abbassava le parole ti amo gli sfuggirono di bocca in un sussurro. Così piano, che pensai di essermele sognate.”  
Ree inizia a mettere in discussione la sua partenza e la rimanda sempre di più ormai drogata dal nuovo amore, fino ad annullarla per i preparativi del suo matrimonio.

Premetto: se siete allergici a tanti baci e telefonate della buona notte questo libro non fa per voi! C’è un concentrato di amore da far uscire zucchero e miele dalle pagine del libro ma proprio per questo è un romanzo che fa sognare.
L’autrice riesce a descrivere con ironia e trasporto la sua storia d’amore dagli inizi fino ad arrivare al matrimonio e ad inaspettate sorprese!
Ripercorremmo con Ree i momenti della sua vita che l’hanno fatta gioire, sorridere, divertire oppure soffrire senza tralasciare l’aspetto più esilarante: riuscirà una donna di mondo ad adattarsi alla vita di campagna?
I personaggi del romanzo vi conquisteranno e non vi lasceranno scampo: una volta iniziato questo romanzo non potrete fare e meno che continuare a leggere e naturalmente a iniziare a cercare l’uomo perfetto!

Un ulteriore punto e favore del romanzo sono le ricette a fine libro che ripercorrono le tappe della storia d’amore di Ree e Marlboro Man che io non mancherò di cucinare… per esempio i cookies al cioccolato o le lasagne cowboy, GNAM!

Voto: 1\2

25 agosto 2012

In my mailbox #17


Nuovo appuntamento con la mia cassetta postale dove vengono raccolti tutti i libri che mi sono arrivato questa settimana (che essi siano comprati, regalati, scambiati o nei casi più fortuiti mandati dalle case editrici). 

Questa settimana ho comprato ben tre libri per la gioia di mia madre!! ;D
Sex and the country di Ree Drummond. Non ho resistito: ho iniziato a leggerlo ieri e sono già a metà libro, mi sta piacendo un sacco e sto seriamente prendendo in considerazione di partire per andare in qualche Ranch negli Stati Uniti per trovarmi un bel Cowboy da coccolare!
Sex and the country
Trama
Mollato l'amebico fidanzato a Los Angeles, incerta sul da farsi e un tantino confusa, Ree è tornata nella sperduta cittadina di provincia dei suoi: circondata da immensi ranch, e dove nemmeno il sabato sera c'è bisogno di mettersi in tiro. Doveva essere solo una pausa di riflessione prima di decidere cosa fare del suo futuro: e invece il destino si è messo in testa di intervenire. Sotto forma del proprietario di un ranch, un cowboy che sussurra ai cavalli, ara la terra, si prende amorevolmente cura delle mucche, e soprattutto indossa i Wrangler più sexy che Ree abbia mai visto. Un uomo taciturno e muscoloso, deliziosamente brizzolato, irresistibilmente ruvido, meravigliosamente maschio... E così, manco a dirlo Ree - la stessa che andava in giro per Los Angeles con tacco 12 e si nutriva esclusivamente di sushi e insalatine - si ritrova all'improvviso più che tentata da una vita tutta diversa: aria aperta, informi camicione di jeans, frequenti e fin troppo ravvicinati contatti con bestiole di vario genere, bistecche alte un dito e patate arrosto, con buona pace di qualunque dieta. Ma anche baci roventi con il cowboy dei suoi sogni, e un batticuore che non provava da troppo tempo...

Il circo della notte di Eric Morgenstern, sono stata indecisa per mesi se acquistarlo oppure no ma quando l'ho visto al libraccio ad un prezzo irresistibile non ho potuto farne a meno... ora è tutto mio e non vedo l'ora di leggerlo!
Trama
Il circo della notte - CopertinaLondra, 1886: il circo compare all'improvviso, senza annunci. Gli spettacoli cominciano al calar della notte e finiscono all'alba, quando il cancello chiude i battenti e i tendoni bianchi e neri spariscono alla vista. È Le Cirque des Rêves, il circo dei sogni, il luogo dove realtà e immaginazione si fondono e la mente umana dispiega l'infinito ventaglio delle sue potenzialità, seguito da un esercito di appassionati disposti a tutto per vedere le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio... Ma dietro le quinte due maghi, da sempre rivali, si sfidano per il tramite di due giovani allievi scelti e addestrati al solo scopo di stupire e umiliare l'avversario. Contro ogni regola e ogni aspettativa i due giovani, Celia e Marco si scoprono attratti l'uno dall'altra: il loro amore è una corrente di elettricità più forte di qualsiasi magia, che minaccia di travolgere i piani dei loro maestri e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

Nightshade di Andrea Cremer, un altro romanzo che non vedevo l'ora di leggere e visto che verso fine settembre esce il seguito ho deciso che era di fare mio anche il primo capitolo della serie.
Trama
Tutte le diciassettenni sognano di incontrare il vero amore. Tutte tranne Calla Tor. Nella sua testa c'è un solo costante pensiero: squarciare la gola dei suoi nemici. Calla è la femmina Alfa di una delle più potenti famiglie di Guardiani che vivono in America, creature magiche capaci di trasformarsi in lupi, e responsabili della protezione dei luoghi sacri. Ma Calla, destinata al maschio Alfa del branco vicino, sceglierà una strada diversa, semplicemente salvando un escursionista, un ragazzo della sua stessa età ferito da un orso. Da quel momento niente sarà più come prima, perché Shay - l'irresistibile umano - custodisce un segreto che potrebbe cambiare le sorti del mondo e far vacillare il cuore saldo di Calla.

***
Ora tocca a voi parlarmi delle vostre new entry libresche!

18 agosto 2012

In my mailbox #16


Nuovo appuntamento con la mia cassetta postale dove vengono raccolti tutti i libri che mi sono arrivato questa settimana (che essi siano comprati, regalati, scambiati o nei casi più fortuiti mandati dalle case editrici).    

Neanche questa settimana ho ricevuto\comprato libri ma state tranquilli che mi rifarò in questi giorni :)
Nel frattempo raccontatemi le vostre new entry o le vostre letture!

14 agosto 2012

Recensione RESTA ANCHE DOMANI di Gayle Forman

Trama
Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?

La mia recensione

Ho da poco finito di leggere RESTA ANCHE DOMANI di Gayle Forman e sto scrivendo questa recensione con gli occhi ancora lucidi e il cuore pieno di speranza per le sorti di Mia, la diciassettenne protagonista del romanzo, in attesa di leggere il seguito: where she went.

Mia è una ragazza di diciassette anni con la passione per la musica classica, suona il violoncello, ha una famiglia che le vuole bene (mamma, papà e fratellino) e un ragazzo tutto punk che la ama e nella sua vita è quasi tutto perfetto fino a che una mattina invernale un camion investe in pieno la macchina dove viaggiavano Mia e famiglia.
Nonostante la macchina fosse ridotta a un cumulo di lamiere, la radio continuava a trasmettere le note di una sinfonia di Beethoven e Mia continua a sentirle nonostante vede il suo corpo esanime sul ciglio della strada.
Lei è viva, in coma ma viva, invece la sua famiglia non ce l’ha fatta e il dolore di perdere la famiglia è il più forte che si possa provare soprattutto se riesci a vedere e sentire quello che succedete intorno a te mentre tu sei incosciente in un letto d’ospedale nel reparto di terapia intensiva.
Ma ora Mia deve affrontare la realtà: se sceglie di continuare a vivere dovrà affrontare una vita da orfana senza la sua famiglia e dopo aver scoperto che anche il fratellino Teddy è morto scegliere di morire sembra l’opzione più  semplice ma grazie all’intensità dei ricordi che riviviamo insieme alla ragazza, vivere assume un significato più profondo della morte.
Inoltre la presenza dei suoi nonni, dei suoi amici e del suo ragazzo le danno la forza per combattere contro il sonno eterno.

Ho trovato questo romanzo molto triste e intenso di emozioni; di certo non è adatto per una lettura da ombrellone ma consiglio di leggerlo. È un romanzo scritto molto bene in modo scorrevole e non è nemmeno tanto lungo e si legge in poche ore.
Prima di scrivere questa recensione ho letto la trama del seguito e vi posso anticipare che sarà Adam, il ragazzo di Mia, il narratore non so ancora quando sarà pubblicato ma io non vedo l’ora di conoscere i dettagli della storia perché il finale di resta anche domani vi lascerà col fiato sospeso come è successo a me.
Voto: 

13 agosto 2012

Recensione LO SPECCHIO DELLE FATE di Jenna Black

978-88-541-3720-2Trama
Avalon, dove il mondo umano e quello incantato magicamente si incontrano 
Dana Hathaway non lo sa ancora, ma sta per cacciarsi davvero nei guai. Quando sua madre si presenta al saggio di fine anno ubriaca, la ragazza capisce di averne abbastanza: è giunto il momento di prendere un volo che dagli Stati Uniti la porterà fino alla lontana Inghilterra. È diretta verso la mitica città di Avalon, l’unico posto sulla terra in cui il mondo umano e quello delle fate entrano in contatto e dove vive il suo misterioso padre. Ad Avalon però, il viaggio comincia ad andare storto e Dana si trova invischiata in un gioco molto pericoloso: qualcuno sta cercando senza dubbio di farle del male. Ma soprattutto, sembra che tutti vogliano qualcosa da lei: sua zia Grace, Ethan, un affascinante ragazzo dotato di straordinari poteri, e Kimber, sua sorella. Ma cosa, esattamente? Persino suo padre pare intenzionato a tenerla all’oscuro di tutto quello che le sta accadendo… Intrappolata tra due mondi, coinvolta in oscure trame di potere, la ragazza non sa più di chi può fidarsi, ma ha capito bene che la sua vita non potrà più tornare quella di una volta.



Faeriewalker Trilogy (YA)
1. Glimmerglass, 2010 (Lo specchio delle fate, 2012)
2. Shadowspell, 2011
3. Sirensong, 2011
Remedial Magic – a Faeriewalker bonus story

La mia recensione

Dana Hathaway capisce di averne abbastanza della madre quando la vede arrivare al suo saggio di canto ubriaca. Dopo sedici anni passati a dover badare a se stessi e ad una madre alcolizzata, sapere di avere un padre lontano, anche se ignaro dalla sua esistenza, rende invitante l’idea di scappare di casa, ed è proprio quello che Dana decide di fare.
Presi contatti con il padre, la ragazza parte alla vola di Londra e poi di Avalon, l’unica città al mondo in cui il mondo fatato e il mondo umano coesistono. Infatti  il padre di Dana non è un semplice umano ma è un Fae (una fata che vive ad Avalon) e questo fa di lei una mezzosangue. Arrivata alla frontiera per entrare nella città la ragazza viene accolta dalla responsabile della polizia doganale e dopo averle fatto qualche domanda (e un magico test del DNA) le rivela di essere sua zia. Anche se un po’ riluttante Dana decide di seguire la zia nella sua casa dopo che la donna la informa che il padre è momentaneamente in prigione e a causa della situazione di prestigio del fratello, che aspira a diventare Console della città, non è sicuro che lei rimanga sola. Con questa scusa la zia la rinchiude prima in una camera e poi in una cella, assicurando alla nipote che tutto questo è per tenerla al sicuro.
Una notte però un fae mozzafiato, Ethan e la sorella scontrosa, Kimber riescono a liberarla e a portarla in una grotta sotterranea. Dana non riesce a capire nulla di quello che le avviene in torno e piano piano inizia seriamente a pentirsi di non essere rimasta a casa: tutto quello che avrebbe voluto era fare conoscenza con suo padre e trovare un’alternativa alla vita con la madre, vita che ora, viste le vicende che le stavano capitando, non sembrava poi tanto male.
Nonostante la ragazza non si fidi completamente dei due salvatori inizia a considerarli quasi come degli amici, ma la coperta che suo padre è uscito di prigione e che loro non l’hanno avvisata le fanno capire che da quando è entrata ad Avalon non può fidarsi di nessuno, forse nemmeno di suo padre.
Tutti in quella città sembrano volere qualcosa da lei, perché lei è una creatura speciale, una Faeriewalker colei che ha la possibilità di vivere sia nel mondo umano sia nel mondo Faerie e di trasportare la magie e la tecnologia attraverso i due mondi.

Dana, la protagonista e voce narrante del romanzo, è un personaggio forte. Ha affrontato da sola la vita fin da quando ricorda, dovendosi preoccupare, oltre che di se stessa, anche della madre alcolizzata. La sua ribellione è un segno di grande coraggio e di voglia di prendere in mano le redini della sua vita; purtroppo però diverse circostanza ad Avalon le impediscono di farlo e la ragazza si ritroverà ad essere più prigioniera di prima, in una gabbia d’oro, è vero, ma pur sempre una gabbia.
Ho apprezzato la protagonista pur non condividendo tutte le sue scelte e anche gli altri personaggi che pur essendo ambigui invitano il lettore a scoprire da che parte stanno e a confermare se le proprie supposizioni sono corrette.
La scrittura della Black ci trasporta nella città di Avalon e indirettamente nel regno delle fate con alcuni elementi classici di esso come, per esempio, le due corti, Seelie e Unseelie; uno stile scorrevole e leggero fa in modo che noi lettori rimaniamo incollati alle pagine e questo è il romanzo di apertura di una trilogia che promette molto bene. Inutile dire che vorrei avere già tra le mie mani gli altri libri della serie!
Inoltre io ADORO le copertine e spero che anche quelle degli altri libri rimangano inveriate o quasi, come è successo a questa.

Lettura assolutamente consigliata, una scelta sicura per gli appassionati di fiabe contemporanee! (Publishers Weekly)
Voto: 1\2

11 agosto 2012

In my mailbox #15


Nuovo appuntamento con la mia cassetta postale dove vengono raccolti tutti i libri che mi sono arrivato questa settimana (che essi siano comprati, regalati, scambiati o nei casi più fortuiti mandati dalle case editrici).   

Questa settimana non si è aggiunto nessuno libro alla mia libreria perchè sono in vacanza e qui nel paesino di montagna dove sto io non ci sono librerie e neanche edicole ben fornite. Credo che la libreria più vicina sia a Vicenza, che dista almeno un'oretta di strada in macchina per cui sto rimandando i miei acquisti libreschi al mio rientro a Milano, tra una settimana.
Però sono lo stesso curiosa di sapere se nella vostra libreria si è aggiunto qualche bel romanzo! 
Raccontatemi!!

08 agosto 2012

Meme 11 - risposte!


Ciao a tutti, ora che ho un po' di tempo libero riesco finalmente a dedicarmi al Meme 11 che Clody del blog Locanda dei libri mi ha inviato. Di cosa si tratta? avevo già risposto interamente al Meme tempo fa (che consisteva nel raccontare 11 cose su di se, rispondere a 11 domande proposte da chi aveva inviato il meme e fare 11 domande da inviare ad altrettanti blog), oggi mi limiterò a rispondere alle domande di Clody e naturalmente siete invitati a fare lo stesso nei commenti!

1)  In una brutta giornata, cos'è che può farti tornare il sorriso?
In realtà sono molto lunatica e testarda per cui se una giornata è storta difficilmente qualcosa riesce a distogliermi dal malumore ma per consolarmi accendo l'ipod e in base all'umore scelgo le canzoni da ascoltare e di solito se il tutto è accompagnato da un buon libro riesco un po' a risollevarmi. Di solito quando sono molto giù leggo sempre "sai tenere un segreto?" di Sophie Kinsella e il buonumore torna sempre, anche se momentaneo.

2) Tre cose che ti porteresti su un'isola deserta?
Tre cose... solo? ahahaha porterei il mio computer, la chiavetta internet e il mio ipod

3) Cosa non può assolutamente mancare in frigorifero?
Il succo all'albicocca, vivrei di quello!

4) E book: si o no?
Non sono di per se contraria ma non avendo un Kindle leggere sul computer mi distrugge, infatti ho da mesi dei libri che mi hanno inviato e la lettura sta procedendo mooolto lentamente. Penso comunque che il cartaceo sia inimitabile e la migliore opzione per leggere un libro!

5) La tua stagione preferita e perchè?
Non ho una vera e propri stagione preferita: mi piace l'inverno ma associo questa stagione alla scuola e questo le fa perdere punti mentre l'estate (l'unica stagione senza scuola) è troppo calda per i miei gusti, per cui direi inverno ma solo durante il periodo Natalizio quando anche col freddo, con la nebbia e con la neve posso restare sotto al piumone a godermi il calduccio!

6) Se per un giorno soltanto potessi vestire i panni di qualcun altro, chi vorresti essere?
Questa è una domanda difficile! e in questo momento non mi viene in mente nulla di brillante... forse Hermione, la protagonista femminile di Harry Potter, una strega brillante, intelligente, forte e coraggiosa :)

7) Amaca, divano, poltrona, chaise longue o futon?
Poltrona, senza dubbio! anche se sinceramente non so cosa sia il chaise longue (chiedo perdono per la mia ignoranza!!)

8) Nel tuo abbigliamento cosa non deve mancare mai?
Un paio di comodi jeans!

9) Una cosa che proprio non sopporti e ti fa arrabbiare nel comportamento della gente?
L'ipocrisia e la falsità. Non sopporto i voltafaccia, ne conosco qualcuno e me ne tengo bene alla larga.

10) Cederesti il tuo posto in tram/autobus a qualcuno? Perchè?
Bè si, io vivo praticamente sui mezzi (a Milano è meglio spostarsi così che in macchina) e molto spesso mi è capitato di chiedere a qualche signore anziano se voleva il mio posto o ad una donna incinta, altre volte ero talmente stravolta che ho lasciato che fossero altri a fare i gentili per una volta.

11) Tra uno chalet di montagna, un cottage inglese o una palafitta sul mare delle Maldive cosa preferiresti e perchè? 
Altra domanda difficile! mi piacerebbe averli tutti e tre, perchè potrebbero tornarmi utili in vari momenti della vita e in base all'umore del periodo scegliere il posto ideale. Però in questo momento sceglierei il cottage inglese perchè sto scrivendo un racconto\romanzo (l'ho appena iniziato e non so cosa verrà fuori) ambientato, per un certo periodo, in Irlanda e avere un appoggio vicino sarebbe sicuramente utile a trascrive l'atmosfera e i paesaggi in modo più realistico!

07 agosto 2012

Novità LEGGEREDITORE: dal 30 Agosto in libreria

In libreria dal 30 agosto tre proposte della leggereditore per allietarvi nelle vostre vacanze o nella vostra casa sognando luoghi lontani! Ce n'è per tutti i gusti, non vi resta che sceglierne uno e abbandonarvi alla lettura!


Il giardino dei nuovi inizi di Nora Roberts 
Collana: Narrativa
Pagine: 368
Euro: 10,00
Traduzione di Silvia Demi

Universalmente riconosciuta come “la regina del rosa”, autrice da più di 300 milioni di copie vendute nel mondo, i suoi romanzi sono stati per oltre 170 settimane al primo posto nella classifica del New York Times, Nora Roberts torna finalmente in libreria con una serie ambientata in un hotel dove tutti i sogni diventano realtà.

Lo storico albergo di Boonsboro, nel Maryland, ha visto succedersi guerre e momenti di pace, periodi prosperi e tempi difficili, ha cambiato gestione in diverse occasioni e si è persino vociferato che fosse infestato dai fantasmi. E ora nuovi cambiamenti sono in vista...
Non solo perché i fratelli Montgomery e la loro eccentrica madre hanno deciso di ristrutturarlo, ma anche perché il nuovo progetto coinvolgerà le vite di molti... Un’ondata di sorprese travolgerà l’intera cittadina, e quando un tocco di rosa si affaccia all’orizzonte, portando una ventata di novità, nessuno dei tre fratelli verrà risparmiato.
Ma c’è un altro progetto in cui Beckett Montgomery si è gettato a capofitto: fare innamorare la donna che sta aspettando di baciare da quando aveva quindici anni...

L'autrice
Nora Roberts ha al suo attivo oltre trecento romanzi ed è da sempre presente ai vertici delle classifiche di tutto il mondo. La sua carriera è disseminata di numerosi premi letterari e riconoscimenti ufficiali. Con Leggereditore la Roberts ha pubblicato L’amore ritrovatoUn’ombra dal passato e i primi tre titoli della serie Il quartetto della sposaLa sposa in biancoLetto di roseIl sapore della felicità. Recentemente ha detto di sé: «Non scrivo storie di Cenerentole che sperano che il principe azzurro venga a salvarle mentre se ne stanno sedute in poltrona. Sono donne indipendenti, che ce la fanno anche da sole. Il “principe” è qualcosa in più, un semplice complemento, ma mai l’unica risposta ai loro problemi».
 ***
La notte del vento e delle rose di Anna Bulgaris
Collana: Narrativa
Pagine: 316

Quando tutto è perduto, rimane la consapevolezza del rimpianto, l’amara consolazione dei ricordi. Un narrazione dal ritmo musicale, emozionante e sensuale, per una voce esordiente che ricorda scrittrici del calibro di Philippa Gregory e Diana Gabaldon.

Napoli, 1799. Una donna trascina con sé un bambino, un uomo li segue tra la folla... E mentre il molo brulicante di volti sudati e affaccendati segue la sua routine quotidiana, qualcuno li osserva dal ponte di una nave straniera. Viene dall’Inghilterra per tentare di ristabilire un equilibrio fra Borboni e Inglesi, ma anche per ritrovare la donna che pensa di aver perso per sempre. Julia è destinata a fuggire, prima dall’uomo che ama con tutta sé stessa e che l’ha abbandonata nel momento del bisogno, e ora da chi la insegue per strapparle il bambino che lei ha deciso di riscattare da un futuro di soprusi e angherie. Il suo cuore non ha pace e men che mai ora che suo marito Christian ha deciso di riportarla a casa.
Lui dovrà riconquistare la sua fiducia e riconoscere la donna coraggiosa e saggia che Julia è diventata, mentre lei dovrà abbandonarsi di nuovo a quello sguardo che anni prima, ancora una ragazzina, l’aveva rapita. E in un mondo dove gli intrighi di corte, le invidie e l’ossessione sembrano regnare incontrastate, riuscirà il loro amore a risorgere dalle ceneri?

L'autrice
Anna Bulgaris vive su un’isola crocevia di diverse culture con la sua numerosa famiglia e un gatto persiano. Adora la pizza, il gelato, le storie romantiche e strappalacrime, gli eroi incompresi e cattivissimi. È convinta che anche le cose più scontate e banali possano diventare assolutamente magiche nelle mani giuste. Grazie alla sua passione ha pubblicato due ebook con la Lite Editions: Gioco pericoloso e Lila dei lupi d’argento.
***
Il bacio immortale di Lara Adrian
Collana: Narrativa
Pagine: 384
Euro: 10,00

Un’autrice che non ha bisogno di presentazioni: arriva in libreria Il nono volume della serie più sexy e avvincente del genere paranormal, La Stirpe di Mezzanotte.
Una donna che proviene dal regno delle tenebre si ritrova immersa in una passione più profonda degli abissi...
A diciotto anni, Corinne Bishop era una bellissima, focosa ragazza, circondata dagli agi della sua famiglia adottiva. Ma il suo mondo è cambiato in un attimo quando è stata rapita dal malvagio vampiro Dragos. Dopo anni di prigionia e tormenti, Corinne è tratta in salvo dai vampiri dell’Ordine. Privata della sua innocenza, Corinne ha perso la speranza, e ora l’unica cosa che le importa è ritrovare il figlio che le è stato portato via ancora in fasce.
Nel suo viaggio verso New Orleans, sulle tracce del luogotenente di Dragos, Corinne avrà al suo fianco un formidabile vampiro dagli occhi d’oro: Hunter. Un tempo il più letale degli assassini di Dragos, ora Hunter lavora per l’Ordine e si è ripromesso di far pagare allo spietato vampiro i suoi molteplici peccati. Unito a Corinne da un desiderio potente e incontenibile, Hunter dovrà decidere fin dove spingersi per mettere fine al regno di Dragos rischiando di distruggere il fragile cuore di Corinne e l’inesauribile passione che prova per lei...

L'autrice
Lara Adrian vanta una genealogia che risale alla Mayflower e alla corte di Enrico VIII. Attualmente vive con il marito sulla costa del New England. Dopo Il bacio di mezzanotteIl bacio cremisiIl bacio perdutoIl bacio del risveglioIl bacio svelatoIl bacio eternoIl bacio oscuro e Il bacio di fuoco, arriva in libreria il nono titolo della serie accolta con grande calore dal pubblico italiano e ormai diventata un successo mondiale, La Stirpe di Mezzanotte. La serie, pubblicata in oltre 14 Paesi, è giunta negli USA all’undicesimo titolo.

Serie Midnight Breed/La Stirpe di Mezzanotte (adulti)
1. A Kiss of Midnight, 2007 (Il Bacio di Mezzanotte, 2010)
2. Kiss of Crimson, 2007 (Il Bacio Cremisi, 2010)
3. Midnight Awakening, 2007 (Il Bacio Perduto, 2010)
4. Midnight Rising, 2008 (Il Bacio del Risveglio, 2011)
5. Veil of Midnight, 2008 (Il Bacio Svelato, 2011)
6. Ashes of Midnight, 2009 (Il Bacio Eterno, 2011)
7. Shades of Midnight, 2009 (Il Bacio Oscuro, 2012)
8. Taken by Midnight, 2010 (Il Bacio di Fuoco, 2012)
9. Deeper than Midnight, 2011 (Il Bacio Immortale, 2012)
9.5 A Taste of Midnight, 2011, romanzo breve in ebook
10.
Darker after Midnight, 2012
+ altri sulla nuova generazione di vampiri



06 agosto 2012

Recensione IL GIARDINO DEGLI ETERNI - DOLCE VELENO di Lauren DeStefano

Trama
Rhine ha sedici anni ed è bellissima. Ma è condannata a un destino terribile: morirà il giorno del suo ventesimo compleanno. E, come lei, tutti i ragazzi che vivono sulla Terra in un futuro non troppo lontano. Nel tentativo di trovare una cura per il cancro, infatti, un gruppo di scienziati ha finito per condannare la razza umana a una vita brevissima: vent’anni per le donne e venticinque per gli uomini. Anche l’avvenenza di Rhine rappresenta un pericolo: in questo mondo in decadenza, le ragazze più belle vengono rapite e date in spose ai Governatori, una casta di uomini ricchi e potenti. 
Rinchiusa in una lussuosa dimora, Rhine passa i suoi giorni pensando a un modo per scappare e tornare alla libertà. Soprattutto da quando ha scoperto che la gabbia dorata in cui è prigioniera nasconde uno sconvolgente segreto: nei sotterranei vengono compiuti agghiaccianti esperimenti sugli esseri umani. Nel suo folle piano di fuga, sarà aiutata da un affascinante coetaneo incontrato durante la sua reclusione. Ma il tempo stringe e la libertà sembra sempre più lontana...

La mia recensione
In un futuro non troppo lontano le persone muoiono in giovanissima età: per l’esattezza 20 le donne e 25 gli uomini.
Questo a causa di esperimenti genetici di ricercatori che hanno, si, trovato una cura per il cancro ma hanno condannato le generazioni successive ad una breve esistenza.
In questo contesto si inserisce la storia di Rhine una sedicenne bellissima che viene rapita da alcuni Cacciatori e condannata a diventare la moglie del Governatore Lindem, un “uomo” (se così si può definire un ragazzo di 20 anni) molto docile e molto innamorato della sua prima moglie Rose, ormai prossima alla morte e tenuta in vita da numerosi medicinali.

Oltre a lei altre due ragazze condividono il suo stesso destino: Cicily una ragazzina cresciuta in un orfanotrofio e entusiasta della sua nuova condizione senza però rendersi pienamente conto di ciò che la aspetta e Jenna una ragazza diciottenne molto timida e riservata, cresciuta anch’essa in un orfanotrofio e costretta a vendere il suo corpo per riuscire a racimolare qualche soldo in più per far sopravvivere se stessa e le due sorelle.
Rhine invece aveva una casa e un fratello gemello, Rowan, di cui sente terribilmente la mancanza.
L’unico modo di sopravvivere nella casa del Governatore è assicurarsi la sua benevolenza e diventare la prima moglie, colei che viene mostrata in pubblico e portata alle feste o alle inaugurazioni; e questo è l’obiettivo di Rhine che progetta la sua fuga o comunque cercare di mostrarsi in tv per fare in modo che suo fratello la veda sana e salva, per quanto lo si possa essere prigioniera in una casa enorme ed un giardino che sembra non avere fine.

Fin da subito la ragazza sembra essere la preferita di Lindem che in lei rivede la sua amata e defunta moglie Rose ma nonostante le visite notturne del marito, Rhine non vuole concedersi a lui anche se non sa quanto tempo possa ancora aspettare il marito.
Le giornate trascorrono monotone ma una nuova persona entra nella vita di Rhine, Gabriel, il domestico incaricato di portare i pasti alle spose. Con lui la ragazza riesce a essere sincera e ad aprirsi completamente e a raccontargli la sia storia e le sue origini.

Tra i due nasce un tenero rapporto di complicità e di sincerità che presto si trasformerà in qualcosa di più e Rhine decide di coinvolgere anche lui nella sua fuga: vale la pena provare a riavere la libertà e morire che rimanere prigioniera per il resto della vita che gli rimane.

Questo romanzo è stata una rivelazione, non pensavo che mi potesse piacere così tanto ma d'altronde, dopo Hunger Games, la dispotici - mania mi ha catturato! Ho scoperto un nuovo favoloso genere ^-^
Il giardino degli eterni mi ha conquistata e non vedo l’ora di leggere i due libri che seguono (già pubblicati in patria ma ancora latitanti in Italia).

I personaggi sono ben caratterizzati e durante il romanzo vengono sviluppate diverse sfaccettature dei loro caratteri e questo fa si che in determinate situazioni non sappiamo mai in che modo i protagonisti possano reagire.
La scrittura di Lauren DeStefano è scorrevole e semplice da leggere e riesce a tenerci incollati alle pagine, la storia poi, l’ho trovata molto originale e naturalmente aspetto di sapere come l’autrice deciderà di svilupparla (sperando di non rimanere delusa).

Suspense, azione, amicizia, bugie, amore, sotterfugi e segreti sono gli ingredienti che compongono questo romanzo e lo rendono una lettura piacevole e appassionante.
Voto: 

04 agosto 2012

In my mailbox #14


Nuovo appuntamento con la mia cassetta postale dove vengono raccolti tutti i libri che mi sono arrivato questa settimana (che essi siano comprati, regalati, scambiati o nei casi più fortuiti mandati dalle case editrici).   


Questa settimana ringrazio Connie Furnari per avermi inviato l'ebook del suo romanzo Stryx Il marchio della Strega
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l’esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem.
La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L’unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti.
Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di ‘S’ posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

***
Ora raccontatemi le vostre new entry estive!

03 agosto 2012

IN REGALO...

Ciao a tutti!
vi avevo anticipato che presto ci sarebbe stata una sorpresa per voi e ora è ora è giunto il momento di svelarvi qual'è.
Su facebook avevo anche accennato che il libro in questione sarebbe stato autografato... 
ora posso finalmente svelarvi il titolo del libro:
LA CAREZZA DEL BUIO della bravissima Nalini Singh.


Ora vi spiego: qualche settimana fa avevo mandato una mail alla sua assistente chiedendole se era possibile fare un intervista con la Singh ma a causa di alcune scadenze dell'autrice l'intervista non mi è stata concessa, in compenso hanno messo in palio UNA copia del romanzo "la carezza del buio" autografata.
Guild Hunter by Nalini Singh
Questo romanzo fa parte della serie Guild Hunter, in Italia sono stati pubblicati i primi due romanzi Il profumo del sangue e La carezza del buio.


Trama

Dopo quasi un anno passato in coma, Elena Deveraux si risveglia con un bellissimo paio di ali blu: un miracolo reso possibile dall’amore di Raphael, l’arcangelo di New York, che per salvarle la vita l’ha trasformata in un’immortale. Tuttavia, a causa del lungo periodo d’incoscienza, Elena ha bisogno di tempo per riacquisire le abilità di cacciatrice di vampiri e, soprattutto, per imparare a volare. Ecco perché Raphael l’accompagna al Rifugio, la città segreta in cui vengono addestrati i nuovi angeli. Ben presto, però, anche quel luogo di pace e serenità è sconvolto da un’inquietante ondata di violenza: prima un giovane angelo viene gravemente ferito, quindi il vampiro al servizio di Raphael viene trovato privo di conoscenza, in una pozza di sangue. Ma è il rapimento di un angelo bambino a gettare nel panico l’intera comunità degli immortali. Ormai pronta a tornare al lavoro, Elena si offre subito di aiutare la squadra di ricerca, anche se ciò significa dover collaborare con Michaela, un arcangelo tanto potente quanto pericoloso, che non vede l’ora di eliminare Elena e fare di Raphael il suo nuovo amante…

La Guild Hunter Series è composta da:
1. Angels’ Blood (Il Profumo del Sangue)
2. Archangel’s Kiss (La Carezza del Buio)
3. Archangel’s Consort
4. Archangel’s Blade 
***


Per partecipare al giveaway è necessario:
- essere lettori fissi del blog
- commentare questo post dicendomi se avete già letto i libri della saga o perchè vi piacerebbe farlo 


E' possibile anche:
- diventare fan della pagina facebook (a lato trovate il banner che vi porterà dritti alla pagina)
- diventare follower su twitter (a lato trovate il banner che vi porterà dritti alla pagina)
- condividere il post (su facebook, twitter, blog...)
- fare G+1
- commentare le mie recensioni dei due romanzi (il profumo del sangue, cliccami! e la carezza del buio, cliccami!)


Ricordate di indicare il vostro nome di facebook o twitter se diventate o siete fan delle pagine e di lasciare il link per verificare le varie condivisioni (che ripeto NON sono obbligatorie)
Avete tempo fino al 3 Settembre, un mese e poi farò l'estrazione e un fortunato vincitore si porterà a casa questo fantastico romanzo autografato!!
Buona fortuna a tutti ;-D

02 agosto 2012

Recensione MORSI I GHIACCIO di Richelle Mead


Dopo aver letto l’accademia dei vampiri (QUI la mia recensione) non potevo aspettare a leggere il secondo capitolo della serie, per cui eccomi qui a recensire Morsi di ghiaccio letto tutto d’un fiato ieri pomeriggio.

Morsi di ghiaccioMi strofinò il naso sul collo,
e spinse il viso sotto i miei capelli.
Le sue labbra sfiorarono la mia pelle,
morbide come le ricordavo.
Un attimo dopo, le punte dei suoi
canini toccarono la mia carne.
 
Trama
È un anno difficile per Rose all’Accademia dei Vampiri. Il suo grande amore Dimitri sembra preferirle un’altra; l’amica Lissa passa tutto il tempo libero con il suo ragazzo. E come se non bastasse, ecco arrivare la guardiana Janine, madre sempre assente con cui Rose ha un legame complicato. Nel frattempo i temibili Strigoi sono alle porte. Una vacanza sulla neve regala a tutti l’illusione di essere al sicuro, ma è proprio allora che Rose corre i rischi più gravi.

***
Posso confermare che questo secondo libro è nettamente migliore del primo: la protagonista (e voce narrante) Rose è maturata, ha capito quali sono le sue responsabilità e come comportarsi per proteggere al meglio la sua migliore amica e unica erede della casata dei Dragomir, Lissa.
Inoltre il rapporto con il suo mentore, Dimitri la sta aiutando tantissimo a migliorare nel carattere e  negli allenamenti.

E’ quasi Natale e all’Accademia di St. Vladimir la vita scorre normalmente. Per Rose però non tutto è come prima: la sua migliore amica, Lissa sembra non avere più tempo per lei, presa com’è dal suo nuovo ragazzo Christian , il suo grande amore Dimitri continua a respingerla dicendole che per lei non prova nulla e come se non bastasse un attacco da parte di un massiccio gruppo di Strigoi ha massacrato una famiglia di Moroi nella loro casa a sole cinque ore di distanza dall’Accademia.
Per evitare di mettere i ragazzi dell’Accademia in pericolo viene organizzata una gita in montagna aperta anche ai familiari degli studenti; iniziano così ad arrivare varie famiglie e con grande sorpresa di Rose anche sua madre si trova nella scuola: non che si sia presa il disturbo di avvisarla, Janine Hathaway è una delle dhampir più forti in circolazione e ha votato la sua vita a fare da guardiana, tanto che Rose non la vede da cinque anni.

Finalmente arriva il giorno della partenza  e gli Strigoi attaccano ancora: la società dei Moroi si divide, che fare in questa nuova drammatica situazione?
Nuovi carismatici personaggi, gelosie, incomprensioni familiari, in questo romanzo tutti i protagonisti affronteranno delle situazioni che li aiuteranno a crescere e a formarsi per un futuro che ormai è alle porte.
Non vedo l’ora di leggere gli altri capitoli della saga, cosa che farò appena torno a casa!
Consiglio vivamente di iniziare questa serie: azione, un pizzico di mistero, amore, amicizia e continui colpi di scena, ecco cosa dovete aspettarvi!
Voto:1\2

01 agosto 2012

Recensione L'ACCADEMIA DEI VAMPIRI di Richelle Mead

Ciao a tutti! Sono finalmente in vacanza e mi sono trasferita in montagna, in una vallata vicentina, che sarà la mia casa per le prossime tre settimane; ma non temete, mi sono armata di computer portatile, una chiavetta internet e una quantità industriale di libri da leggere. Il blog in queste settimane non sarà abbandonato ma se trovare post pubblicati più di una volta o qualche altra anomalia sappiate che è a causa della connessione a internet che fa i capricci :)
Ah, ho anche cambiato la grafica, che ne dite, vi piace?


Ma bando alle ciance e veniamo alla recensione del libro L'accademia dei vampiri di Richelle Mead primo capitolo di una serie di sei libri (se non mi sbaglio), in Italia in questo momento la Rizzoli ha pubblicato solo i primi quattro capitoli.
Prima di iniziare a leggere questo romanzo ho leggiucchiato qui e la qualche recensione e mi sono imbattuta in  blogger entusiasti di questo romanzo e invece altri che l'hanno detestato dalla prima all'ultima riga; premetto che la mia recensione è una via di mezzo, ma ora vediamo il  perché.
L' Accademia dei vampiri
Piegai la testa di lato e scostai i capelli,lasciando scoperto il collo. La vidi esitare,ma la vista del mio collo e di ciò che le offrivafu troppo convincente. Un’espressione affamatale attraversò il viso, e le sue labbra si schiuseroun poco, snudando i canini…
Trama
Fuggire dall’ Accademia dei Vampiri per rifugiarsi fra gli umani sembrava l’unica strada per una vita “normale”. Ma a due anni dalla fuga, Lissa, principessa erede di una delle più nobili casate di vampiri Moroi, e Rose, sua migliore amica e guardiana, vengono ritrovate e riportate fra le mura del college.
Dietro l’apparente ritorno alla normalità si nasconde una lotta senza regole né morale per il controllo di un potere di cui Lissa è l’ignara custode. I pettegolezzi, gli sguardi curiosi, le malignità mascherate da amicizia sono i nemici più facili da sconfiggere. Il pericolo reale si mostra solo quando decide di colpire. Lissa pagherà con la vita, se Rose non sarà capace di proteggerla.

***
La Mead ci presenta una nuova società di vampiri formata da vampiri buoni, mortali, i Moroi che hanno la capacità di controllare gli elementi della natura (che utilizzano però solo per scopi benefici) e per nutrirsi si servono di donatori: esseri umani che si offrono volontari per dare il loro sangue; poi ci sono i vampiri cattivi, gli Strigoi che sono immortali e si nutrono del sangue dei Moroi, e si possono uccidere solo in tre modi: con un paletto d'argento, staccandogli la testa oppure bruciandoli; a questo punto entra in gioco una terza categoria, i dhampir per metà vampiri e per metà umani. Hanno una forza maggiore rispetto alle persone normale e anche i sensi più sviluppati ma non hanno la capacità di usare la magia e non hanno vincoli per quanto riguarda il sole: grazie a queste loro caratteristiche la maggior parte dei dhampir fa il guardiano, ovvero vota la sua vita a proteggere un Moroi.


Rose la protagonista e voce narrante del romanzo fa parte di quest'ultima categoria e c'è una sola Moroi che vuole proteggere: la sua migliore amica e ultima erede della casata reale dei Dragomir, Lissa.
Ma il loro rapporto non si limita all'amicizia ma tra loro c'è un legame speciale, infatti Rose riesce a percepire costantemente gli stati d'animo di Lissa e a volte riesce perfino ad entrare nella sua mente vivendo con lei momenti di particolare intensità emotiva. Questo genere di legame è molto raro e prezioso e le due amiche però lo tengono segreto.


Il romanzo inizia con le due amiche in fuga dall'accademia  dei vampiri di St. Vladimir, la loro fuga però dura meno di un capitolo e i guardiani della scuola riescono a scovarle e a riportarle all'accademia. 
Non lo credevo dalla trama ma in pratica questo è un tipico romanzo scolastico YA, fatto di rivalità per il vertice della popolarità, ragazzi carini, scappatelle nel ripostiglio e shopping per il ballo d'autunno condito con elementi fantastici.
Infatti da quando sono tornate all'accademia un maniaco lascia periodicamente nella camera di Lissa animali con la gola squarciata o fatti a pezzi. Nessuno sa per quale motivo qualcuno si stia accanendo sulla ragazza ma Rose inizia ad avere dei sospetti: forse qualcuno sa... forse qualcuno sa che Lissa ha la capacità di guarire i feriti e resuscitare i morti.
Non manca cero l'elemento romance, infatti Rose si prenderà una mega cotta per il suo istruttore Dimitri, un guardiano sette anni più grande di lei, naturalmente tenebroso e super figo! (e ragazzi, io faccio il tifo per lui!!)
Il libro pieno di colpi di scena, di certo non vi annoierete anche se non ho molto apprezzato la protagonista, anzi, in certi punti l'ho odiata e avrei voluto tirarle io un pugno sul muso!
Ho apprezzato invece tutti gli altri personaggi a partire da Lissa, dolce e gentile, Dimitri, affettuoso, severo, impassibile e passionale e Christian che ha una cotta per Lissa (ma la sua è una situazione particolare che viene approfondita all'interno del romanzo).


Quindi nulla da dire sul romanzo a parte il caratteraccio della protagonista. Assolutamente consigliato, anche se spero che nel secondo romanzo (che ho appena cominciato a leggere) le cose si sviluppino per il meglio.
Voto: