28 aprile 2012

Anteprima SCHEGGE DI ME di Tahereh Mafi


Questo deve essere il mio periodo fortunato, non so. 
Tutti i libri stranieri che mi sarebbe piaciuto vedere pubblicati in italia stanno piano piano uscendo in libreria! 
Oggi vi voglio parlare di Schegge di me di Tahereh Mafi, il primo capitolo di una trilogia paranormal romance YA che ci catapulterà in un mondo distopico in cui alcune persone trovano molto prezioso il "dono" di Juliette: la capacità di uccidere solamente toccando una persona.



















Autrice: Tahereh Mafi
Editore: Rizzoli
Pagine: 360
Prezzo: € 17,00
Dal 2 Maggio in Libreria

Trama:
264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.


L'autrice
Tahereh Mafi ha 24 anni. Ultima di cinque fratelli, è nata nel Connecticut ma vive in California. Questo è il suo romanzo d'esordio.

Protagonisti memorabili? La parola ai blogger

Tante volte, quando ci s’innamora di un libro, è perché il suo protagonista è magnetico, attrae empatia, è quasi “reale”. Ci sono personaggi che restano dentro i lettori, e ce ne sono divenuti patrimonio di generazioni. Ma cos’è che rende un protagonista memorabile?
Giuseppe P. del sito WLibri  l'ha chiesto a me e ad altre due blogger ed ecco qui le nostre risposte. (http://www.wlibri.com/protagonisti-memorabili-la-parola-ai-blogger.html)


La mia opinione 
Credo che a modo loro tutti i personaggi dei libri siano indimenticabili sotto alcuni punti di vista; però ci sono quei libri che ti entrano dentro e si fanno amare dalla prima all’ultima riga, sia per la storia che raccontano ma anche per le scelte dei personaggi che danno quel tocco di unicità che rende così speciale il libro.
Credo che a rendere indimenticabile un personaggio sia la capacità dell’autore di dare alla sua creatura dei tratti distintivi che lo rendono al tempo stesso unico (A volte ci imbattiamo in personaggi che hanno caratteristiche che lo rendono simili ad un altro, soprattutto quando si leggono tanti libri dello stesso genere) ed universale. Alla fine ci innamoriamo quasi sempre dei personaggi simili a noi, in cui riusciamo ad immedesimarci così tanto al punto di esclamare: “Io avrei fatto la stessa identica cosa!”. In altri casi i personaggi compiono scelte che noi non avremmo mai fatto e a quel punto acquisiscono tutta la nostra stima e approvazione.
Di personaggi che amiamo ce ne sono tanti ma quelli memorabili sono pochi e diventano parte di noi aiutandoci a crescere e vivere emozioni sempre nuove, io li considero amici fedeli che mi guidano, mi consigliano e mi consolano.
Un personaggio memorabile è quello che entra dentro la testa e dentro il cuore di chi legge. E’ un protagonista con cui si prova subito empatia: ci si può immedesimare in lui stesso, sentire e provare i suoi stessi sentimenti. Si può agire come lui, ed è quel personaggio che ti dispiace lasciare dentro le pagine del romanzo quando hai terminato di leggere, ma sai con assoluta certezza che sarà ancora lì ad aspettarti e pronto a calarti nuovamente nelle sue avventure quando vorrai rileggere il libro.
Per quanto mi riguarda, un personaggio per essere memorabile deve avere innanzitutto una caratteristica fondamentale: deve essere carismatico. Con carismatico intendo che deve essere un personaggio affascinante, intrigante, con una personalità forte, dalle mille sfaccettature… non necessariamente deve essere un personaggio positivo, anzi il più delle volte sono proprio i “cattivi” ad essere memorabili. Inoltre deve avere delle qualità, magari anche delle debolezze, che lo rendano “umano” e quindi porti il lettore a identificarsi in esso, e al tempo stesso però non deve essere troppo ordinario, ma deve avere qualche caratteristica o peculiarità (anche stranezze!) che lo rendano interessante e particolare. Deve conquistare il lettore con il suo modo di agire e di pensare (soprattutto se è fuori dagli schemi), deve farlo gioire, commuovere e, perchè no, anche arrabbiare, insomma in ogni caso deve suscitare una reazione o un’emozione. Un personaggio che lascia indifferente il lettore non può di certo dirsi memorabile!
*** 
E voi che ne pensate? Quando un personaggio diventa memorabile?

25 aprile 2012

Speciale TRILOGIA HUNGER GAMES di Suzanne Collins

Ciao a tutti! Oggi vi presento la serie di Hunger Games. 
I primi due libri mi hanno letteralmente fatto impazzire, tanto che prima di rimettermi a leggere un altro libro ho dovuto aspettare qualche giorno per metabolizzare quello che avevo letto.
Visto che ho letto tutti e due i libri e che mi sono piaciuti in ugual modo vi posterò le trame dei primi due capitoli con in mio commento conclusivo e poi un'anteprima dell'ultimo, super-attesissimo capitolo della trilogia: IL CANTO DELLA RIVOLTA.


HUNGER GAMES
hunger games_suzanne_collins_italia_mondadori
Dopo immani disastri, il Nord America è stato distrutto. Sulle sue ceneri è nato lo stato di Panem, composto da 13 distretti, governati da Capitol City
Inizialmente la capitale assicura prosperità a tutta la nazione. Ma i distretti più poveri si ribellano e Capitol City li sconfigge, distruggendo il  tredicesimo distretto. Come punizione per questa ribellione, da 70 anni, ogni anno, un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni, appartenenti ai 12 distretti rimasti, vengono scelti attraverso una brutale lotteria e obbligati a partecipare agli  Hunger Games, un evento televisivo (un reality show) in cui i partecipanti, altrimenti detti “tributi”, sono gettati in una vasta arena all’aperto e costretti a sopravvivere per alcune settimane. E visto che ne resterà soltanto uno, l’unica speranza di uscirne vivi è… uccidere tutti gli altri.

Il romanzo, che è un ottimo mix di fantascienza, avventura, horror, action e romance, “impregnato” di suspence e pathos, segue le vicende della sedicenne Katniss Everdeen, che si offre come “gladiatrice” al posto della sorellina, selezionata dalla lotteria, e di Peeta Mellark, un ragazzo della sua scuola, che aveva aiutato la famiglia di Katniss quando questa non aveva più cibo per sopravvivere. Il distretto da cui provengono, infatti, è il dodicesimo, quello dei minatori, uno dei più poveri. Quando i ragazzi vengono portati a Capitol City per la presentazione ufficiale, Peeta rivela in diretta il suo amore per Katniss, la quale, però, ritiene che la notizia shock abbia il solo scopo di ingraziarsi i telespettatori. E questo perchè, durante il reality show, gli sponsor, affinchè il loro favorito possa vincere (e quindi sopravvivere), possono mandare regali di ogni genere. Il gioco inizia. E già nella prima ora 11 ragazzi, su 24, vengono brutalmente uccisi. Più il tempo passa e più i morti aumentano. Ma Katniss e Peeta continuano a sopravvivere. E visto che il pubblico pare essere colpito da quest’idea del “tragico amore”, all’improvviso le regole del gioco subiscono un cambiamento. Ma sarà davvero per aiutare i due giovani o si rivelerà essere solo una trovata degli strateghi per aumentare l'azione nel gioco?

LA RAGAZZA DI FUOCO 
-consiglio a chi non avesse ancora letto il primo romanzo di non leggere la trama per evitare spoiler.-

La_ragazza_di_fuoco_collins_hunger_games
Ne La Ragazza di Fuoco, per riprendere in mano la situazione dopo la vittoria di Katniss e Peeta negli Hunger games non proprio gradita dalle alte cariche, Capitol City, dopo alcune minacce dirette del Presidente Snow a Katniss e il Tour della Vittoria nei Distretti, indice un’edizione straordinaria degli Hunger Games. Questa volta però, i Tributi, saranno tutti ex-vincitori! Compresi, quindi, Katniss e Peeta. E questa volta il vincitore potrà essere uno solo...

Durante i Giochi, Katniss e Peeta si alleeranno ad altri vincitori, delle più disparate età questa volta. Ci saranno strategie, morti, disperazione, sentimenti. Ma la parte finale prenderà un percorso del tutto nuovo, rispetto ai Giochi passati, che avrà a che fare con una fuga di gruppo, una terrificante vendetta di “stato”, un rincongiungimento, una separazione, una cattura… e il Distretto 13, quello che si supponeva non esistesse più da circa 70 anni, dopo la sua distruzione ad opera di Capitol City…
Si preparano grandi cambiamenti per i protagonisti e per lo stato di Panem, nel terzo libro, Il  canto della rivolta...

Il mio commento
Posso solo scrivere cose positive su questi primi due capitoli. 
La trama è avvincente, la scrittura scorrevole e per niente banale, i personaggi si fanno amare: la Collins riesce a trasportarti nel mondo del Distretto 12 così come nell'arena dove partecipare attivamente nei panni di Katniss è d'obbligo! 
Per quanto riguarda le storia d'amore, non temete. Sia nel primo che nel secondo romanzo un pizzico di romance  addolcisce il contesto drammatico in cui ci troviamo.
Nel primo romanzo i protagonisti di una discutibile "storia d'amore" sono Katniss e Peeta ma nel secondo romanzo entra in gioco anche Gale, amico di caccia dalla ragazza che si rosicchia uno spazzicino nella storia (nel primo romanzo ci viene presentato indirettamente attraverso i ricordi di Katniss).
Tralasciando le storie romantiche ( sono curiosissima di sapere chi sceglierà la nostra eroina) la fine de la ragazza di fuoco ci lascia col fiato sospeso a brancolare nel buio in un mare di incertezze che potranno essere risolte solo con l'uscita dell'ultimo libro (prevista per il 15 maggio 2012).
Che altro dire... io mi sono innamorata di questa serie, domani (26\04) andrò a vedere l'anteprima italiana del film (speriamo di non rimanere delusa!!!!!) e se potessi mi comprerei gli attori protagonisti per tenerli a casa con me! 
Consiglio a tutti di leggere questi romanzi anche perchè non sono l'unica a cui sono piaciuti: i libri sono stati tradotti in tantissimi paesi e il film è nelle sale di tutto il mondo (a Praga, quando ci sono stata a fine marzo, Hunger games era già nelle sale).

Ora come promesso ecco l'anteprima dell'ultimo libro:
IL CANTO DELLA RIVOLTA
Non vi posterò la recensione perchè quella che gira sul web non mi sembra per niente giusta ma per voi farò qualcosa di più! Vi posterò le prime righe del primo capitolo. Inoltre vi annuncio che dal 27 di questo mese in edicola Best movie pubblicherà le prime 3 pagine del primo capitolo del canto della rivolta.                                                                            “Mi guardo le scarpe e osservo il sottile strato di cenere che si deposita sulla pelle logora. Qui è dove c’era il letto che dividevo con mia sorella Prim. Laggiù c’era il tavolo di cucina. I mattoni del camino, crollati in un mucchio carbonizzato, fanno da punto di riferimento per il resto della casa. Come potrei orientarmi altrimenti, in questo mare di grigio? Non rimane quasi nulla del Distretto 12. Un mese fa, le bombe incendiarie di Capitol City hanno distrutto le misere casupole dei minatori di carbone del Giacimento, i negozi della città, persino il Palazzo di Giustizia. Solo la zona del Villaggio dei Vincitori è scampata all’incenerimento, non so bene per quale motivo. Forse perché chi è costretto a venire qui in rappresentanza per conto di Capitol City abbia un posto piacevole in cui stare. L’occasionale giornalista. Una commissione incaricata di valutare le condizioni delle miniere di carbone. Una squadra di Pacificatori in cerca di profughi che ritornano. Ma non ritornerà nessuno, a parte me. E anch’io sono qui solo per una breve visita. Le autorità del Distretto 13 erano contrarie al mio ritorno. Lo consideravano un azzardo costoso e inutile, dato che almeno una dozzina di invisibili hovercraft volteggia sopra la mia testa per proteggermi e non ci sono informazioni da ottenere. Però io dovevo vedere con i miei occhi, al punto che l’ho posto come condizione per la mia collaborazione a qualunque loro piano. Alla fine, Plutarch Heavensbee, il capo degli Strateghi che aveva guidato i ribelli di Capitol City, si è dovuto arrendere. — Lasciatela andare. Meglio sprecare un giorno piuttosto che un mese. Forse un piccolo tour al Distretto 12 è quello che le serve per convincersi che siamo dalla stessa parte. La stessa parte. Un dolore mi trafigge la tempia sinistra e vi premo contro la mano. Proprio nel punto in cui Johanna Mason mi ha colpito con la spoletta di filo metallico. I ricordi vorticano mentre cerco di capire cosa è vero e cosa è falso. Quale successione di eventi mi ha portato a ritrovarmi qui, fra le rovine della mia città? È difficile, perché gli effetti della commozione cerebrale che Johanna mi ha regalato non sono svaniti del tutto e i miei pensieri tendono ancora a confondersi. Come se non bastasse, i farmaci che usano per tenere sotto controllo i miei dolori e il mio umore a volte mi fanno vedere cose strane. Credo. Non sono ancora persuasa di avere avuto delle allucinazioni la notte in cui il pavimento della mia stanza d’ospedale si è trasformato in un tappeto di serpenti che si contorcevano. Uso la tecnica che mi ha consigliato uno dei dottori. Inizio dalle cose più semplici che so essere vere e procedo fino a quelle più complicate. L’elenco comincia a srotolarsi nella mia testa… Mi chiamo Katniss Everdeen. Ho diciassette anni. [...]”

***
Cosa ne dite? sono stata abbastanza esaustiva in questo speciale?
E voi cosa ne pensate del fenomeno Hunger games?





23 aprile 2012

Recensione IL MEGLIO DELLA VITA di Rona Jaffe


Quando Rona Jeffe scrisse questo romanzo era poco più grande delle protagoniste del suo libro e pressapoco vissuto le loro esperienze, almeno in campo lavorativo. Chi poteva, quindi, descrivere meglio di lei la situazione delle ragazze Newyorchesi degli anni Cinquanta? 
L'autrice ebbe l'idea del titolo grazie ad una frase letta negli annunci lavorativi del New York Times: You deserve the best of everythink, ti meriti il meglio di ogni cosa.

La prima edizione del libro venne pubblicata in America nel 1958 ed ebbe subito un grandissimo successo in quanto l'autrice tratta argomenti che all'epoca venivano considerati tabù: dalla verginità al sesso prematrimoniale, dall'aborto alle avance sul posto di lavoro. Per certi versi questo romanzo è attualissimo anche se scritto cinquanta anni fa. 

L'autrice mescola alcuni elementi tipici del romanzo rosa per crearne di nuovi: ragazze single alla ricerca di un impiego in nuova città, minuscoli e costosi appartamenti da dividere con un'inquilina, le chiacchiere con le amiche nel cuore delle notte, il sesso, la verginità, l'aborto, le prime esperienze di mobbing, la ricerca del principe azzurro e il miraggio del matrimonio. Anticipatrice di alcuni dei temi che poi verranno ripresi da serie come Sex in the City Desperate Housewife la stessa autrice ha definito il suo romanzo come un "Sex in the city senza vibratori". 


Le protagoniste del romanzo sono cinque ragazze "tipo" della New York degli anni Cinquanta: l'attrice in erba Gregg Adams il cui spirito libero nasconde in realtà la ricerca ossessiva e paranoica di un marito, April Morrison pronta a trasformarsi nella donna ideale di ogni uomo, Barbara Lemont giovane madre single ormai rassegnatasi a vivere una vita senza un compagno al proprio fianco, Mary Agnes che ha fatto della preparazione del suo matrimonio la propria ragione di vita e Caroline, al vera e propria eroina del romanzo, la quale dopo essere stata abbandonata dall'uomo della sua vita si trasferisce nella Grande Mela per soffocare i suoi sentimenti nel lavoro e nell'ambizione di far carriera; le vite di queste giovani donne si intrecceranno nei corridori di una casa editrice, cercheranno di aiutarsi e sostenersi a vicenda per superare questa ricerca costante dell'uomo giusto che le accompagni: purtroppo per loro la gran parte degli uomini che incontreranno si riveleranno viscidi e insignificanti, caratteristiche che peraltro anche le single di oggi possono riscontrare in alcuni uomini che hanno frequentato!


Il meglio della vita: Rona Jeffe in questo romanzo ci fa capire che la carriera e il lavoro non sono sufficienti per ottenere il meglio. Dobbiamo costantemente confrontarci con la ricerca di una dolce metà che ci aspetti a casa quando rientriamo da una giornata di lavoro con cui condividere i nostri successi e le nostre delusioni. 


Lo stile è scorrevole inoltre i molteplici punti di vista delle protagoniste a talvolta anche di alcuni personaggi minori ci offrono una visione completa, variata e molto interessante.
Consiglio il libro e tutte le donne o anche uomini (perchè no!) single o no che vogliono riscoprire l'America degli anni Cinquanta ma allo stesso tempo ritrovarsi e immedesimarsi in situazioni sempre attuali.


Voto:  1\2
   

22 aprile 2012

Anteprima LA STIRPE DI AGORTOS di Elisabeth Gravestone (pseudonimo di Alessandra Paoloni)

Nella giornata mondiale della Terra vi presento il nuovo romanzo che Edizioni REI porta in libreria. 
La Stirpe di Agortos di Elizabeth Gravestone ci fa immergere in un nuovo, fantastico mondo dove il rapporto dell'uomo con la natura assume un ruolo fondamentale.


stirpea.jpg
Titolo: La Stirpe di Agortos (Prima generazione)
Autrice: Elisabeth Gravestone (pseudonimo di Alessandra Paoloni)
Editore: Edizioni REI
Genere: Fantasy
Data d'uscita: 20 aprile 2012
Prezzo: € 16,00 (cartaceo) – € 5,00 (e-book)
Pagine: 194
ISBN: 9788897362753

Trama:

“.. strinsi un patto con la Natura pregando gli Dei che venisse accettato. Così tutta la mia vita, e quella di coloro nelle cui vene scorrerà il mio sangue, verrà consacrata alla scoperta e alla vigilanza del Potere naturale di cui il mondo è colmo. Non ci sarà uomo o donna che impedirà ai miei discendenti di seguire le mie orme, poiché verranno aiutati dal cielo e dalla terra e da tutto quello che li forma.
Io Agortos, che rinnegai mio padre e la mia famiglia per avventurarmi lungo le vie impervie del mondo, firmai quel giuramento col mio sangue.
La mia stirpe ne verrà coinvolta, riconosceranno i segni poiché essi sono stati già tracciati sulla loro via. Non temeranno di seguirli, e semmai esitassero nel farlo la Natura manderà loro dei messaggeri che li aiuteranno a ritrovare la strada.
Il destino del mondo è nelle nostre mani, s'intreccia con esso e ne dipende. Questo è il più grande mistero che l'uomo abbia mai ignorato.”

Nell'incontaminata terra dell'Egucron, Agortos, uomo di acuto ingegno e spiccata sensibilità, stringe un patto con la Dea Natura giurando che, sia lui che i suoi discendenti, si impegneranno ad approfondire la conoscenza della parte mistica e magica di quel mondo inesplorato che li circonda.
Saranno Anika e Airen, le sue figlie, le prime a dover far fronte a quella promessa. Separate da bambine, cresceranno in ambienti totalmente diversi: Airen come serva di Siderin, dispotico e spietato signore dei monti Atrùgeti, Anika nella sua casa natale a contatto con una natura misteriosa e incontaminata. Entrambe però sentiranno ben presto il richiamo di quel giuramento mantenutosi nel tempo, e nonostante le difficoltà e gli ostacoli che troveranno sul loro cammino, adempiranno al volere di Agortos preoccupandosi che le generazioni future mantengano vivo quel voto.

L'autrice:
Elisabeth Gravestone (pseudonimo di Alessandra Paoloni) coltiva fin da bambina una passione quasi viscerale per la scrittura e la lettura, pubblicando fin da giovanissima poesie e racconti su riviste e giornali locali. Esordisce come scrittrice con la raccolta poetica “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” con la casa editrice Il Filo, cui seguono “Un solo destino” e “Heliaca la pietra di luce” entrambi editi con la 0111 Edizioni. Attualmente collabora come scrittrice per una nota rivista femminile e per alcuni periodici indipendenti. Si ripresenta al pubblico con il nuovo romanzo “La Stirpe di Agortos”, in cui inizia un ciclo di fantasy imperniati sul rapporto mistico tra l’uomo e la natura. 
Sito: http://paolonialessandra.blogspot.it/

18 aprile 2012

Anteprima IL DONO DELLE FURIE di Elizabeth Miles

Buona serata a tutti. 
Vi segnalo in uscita il 3 maggio per la casa editrice Nord questo primo attesissimo capitolo della trilogia Fury e questa volta i protagonisti non saranno vampiri ne licantropi e neanche zombie. Preparatevi a tremare perchè le Furie stanno arrivando. 


Conoscono i nostri segreti, le nostre paure, le nostre colpe... e sono la nostra punizione.
Tre ragazze, bellissime e misteriose, sono qui per decidere chi dovrà pagare...


Titolo originale: Fury
Categoria: Narrativa
Pagine: 378
Prezzo: € 16,50
In libreria: 3  maggio 2012

Trama
Tre ragazze bellissime, tre ragazze dal sorriso indecifrabile e dallo sguardo ipnotico cui è impossibile resistere: in un piccolo paese come Ascension, non sorprende che la notizia del loro arrivo sia sulla bocca di tutti. Soprattutto per il mistero che le circonda: nessuno le ha mai viste prima, nessuno sa dove vivano. E nessuno immagina che quelle tre splendide fanciulle, invece, conoscono i segreti di ogni abitante della città. Come il vero volto di Chase Singer, l’astro nascente della squadra di football: dietro la maschera da bravo ragazzo, infatti, si nasconde una persona che, per raggiungere il successo, non ha esitato a calpestare i sentimenti della ragazza che amava, distruggendole l’esistenza. Come la relazione che, da qualche tempo, Emily ha col fidanzato della sua migliore amica, una relazione che nessuno avrebbe mai dovuto scoprire. Ecco perché Chase riceve in regalo un’orchidea rossa ed Emily ne trova una identica sul sedile dell’auto.
È un avvertimento. È il dono che segna il destino di chi deve pagare per le proprie colpe. È il dono delle Furie…

La serie è composta da:
1. Fury
2. Envy
3. Eternity 

Fury

IL DONO DELLE FURIE DIVENTERÀ PRESTO UNA SERIE TELEVISIVA:
LA CBS HA OPZIONATO IL ROMANZO PER UNA CIFRA DA CAPOGIRO

L'autrice
Elizabeth Miles è cresciuta a Chappaqua, una cittadina nello Stato di New York. Si è laureata nel 2004 alla Boston University e ora lavora come giornalista per il settimanale Portland Phoenix. Oltre alla scrittura, la sua grande passione è il teatro: per anni ha fatto parte del consiglio di amministrazione del Portland Players, il teatro della sua città, che per lei è come una seconda casa. Il suo sito internet è www.elizabethmilesbooks.com.

17 aprile 2012

Recensione LA COLLEZIONISTA DI VOCI di Kimberly Derting

Come promesso ecco qui la trama e la recensione di un libro che mi è piaciuto davvero tanto: La collezionista di voci di Kimberly Derting.




la_collezionista_di_voci_derting_mondadoriAutrice: Kimberly Derting
Titolo: La collezionista di voci (The body finder)
Casa Editrice: Mondadori (collana I Grandi)
Prezzo: € 17,00

Pagine: 324 

Trama
Violet, la sedicenne protagonista diThe body finder/La collezionista di voci possiede la capacità di percepire l’eco (un suono, un odore, una sensazione) di animali e persone morte - ma anche di assassini - sin da quando era piccola.
Quando, in città, qualcuno comincia a rapire e uccidere ragazze, Violet, col sostegno della famiglia e insieme a Jay, l’amico di cui si sta inaspettatamente innamorando, dà avvio a un’indagine per riuscire a trovare indizi da presentare, poi, allo zio sceriffo. Ma le cose sono destinate a farsi pericolose, perchè il serial killer - di cui seguiremo l’interessante punto di vista (entro i confini della letteratura adolescenziale, ovviamente) - non sarà disposto a farsi mettere i bastoni fra le ruote…

image
The body finder series
1. The body finder, 2010 (La collezionista di voci, 2011)
2. Desires of the dead, 2011
3. The last echo, previsto, in America, per il 2012
4. quarto romanzo, previsto, in America, per il 2013
+ eventuali altri romanzi, a seguire



La mia recensione
"Una storia d'amore che travolge, un thriller che non da tregua"
                    CLAUDIA GRAY, autrice di Evernight
Con Claudia Grey come madrina questo libro si presenta in maniera impeccabile. 
Se devo essere sincera non sono un'amante dei thriller, anzi se posso li evito ma dopo aver letto la trama ho deciso i dargli una chance, anche perché a me "le storia d'amore travolgenti" mi fanno impazzire! 
Violet è un'adolescente come tutte le altre se non fosse per il suo particolare dono di 'sentire' gli echi delle persone e degli animali morti, in particolare di quelli assassinati.  Solo i suoi genitori, suo zio e il migliore amico di sempre Jay sanno di questo segreto e la accettano per quella che è: una ragazza speciale.


La scuola è ricominciata e l'estate appena finita ha lasciato a Violet qualcosa su cui riflettere. Jay è diventato un gran bel ragazzo con la voce da adulto e il fisico ben disegnato e ben presto la ragazza scoprirà che le farfalle nello stomaco che sente ogni volta che lo vede significano solo una cosa: Violet si è presa un'enorme cotta per il suo migliore amico. 
L'autunno però porta con se anche una serie di ritrovamenti di cadaveri che sembrano essere frutto di uno stesso omicida. Violet sente gli echi delle ragazze morte e decide di trovare l'assassino usando il suo dono aiutata dal suo amico Jay. 


Il racconto e la visione di Violet delle vicende ci catapulta nel suo mondo e ci proietta totalmente all'interno della vicenda costringendoci ad emozionarci con lei. Il racconto in prima persona della protagonista è però più volte interrotto da capitoli dedicati all'assassino che con i suoi pensieri ci fa avvicinare alla verità della sua identità senza mai svelarcela. I due punti di vista si completeranno quando l'assassino e Violet si troveranno nello stesso posto senza essere a conoscenza l'uno della presenza dell'altro e questo ovviamente non fa che aumentare la suspance molto forte soprattutto nei capitolo finali.


Ho letto questo libro in pochissimo tempo, la curiosità di sapere l'identità dell'assassino mi hanno spinto a divorare pagina dopo pagina senza trascurare però la storia d'amore che si evolve nei due protagonisti. Questo libro riesce a conciliare i dubbie le prime esperienze amorose con il thriller, anche se essendo un libro per ragazzi non aspettatevi scene forti o dettagli truculenti.


Non vedo l'ora che esca il seguito della serie ma per ora vi consiglio lo stesso di leggere questo romanzo anche perchè si può considerare auto conclusivo che non lascia il tempo di respirare fino all'ultima riga dell'epilogo. 


Voto: 



Anteprima DARK SHADOWS LA MALEDIZIONE DI ANGELIQUE di Lara Parker

Esce il 3 maggio per il marchio Tre60 Dark Shadows la meledizione di Angelique, il libro che ha ispirato il film di prossima uscita DARK SHADOWS  di Tim Burton con Johnny Depp, Michelle Pfeifer, Eva Green e Helena Boham Carter
Inutile dire che non vedo l'ora di poter mettere le mani su questo romanzo, insomma se quel  genio, nonchè mio regista preferito, di Tim Burton ci ha fatto un film vuol dire che qualcosa di speciale questo romanzo ce l'ha!
Ora potrei stare ore a raccontarvi della mia soddisfazione nel vedere che Johnyy Depp è il protagonista ma forse è meglio che vi illustri la trama

Isola della Martinica, XVIII secolo. Uno sguardo, e il destino di Barnabas Collins è segnato. Per sempre. Il giovane ufficiale, infatti, s’innamora all’istante di Angelique Bouchard, una ragazza sensuale ed enigmatica dagli occhi profondi come il mare. E anche lei ben presto si lascia ammaliare da quel raffinato rampollo di una ricca famiglia del Maine. Così, quando poche settimane dopo il loro incontro lui le propone di sposarlo, lei accetta con entusiasmo. Prima di coronare il suo sogno d’amore, però, Angelique deve attendere un anno, il tempo necessario a Barnabas per intraprendere un lungo viaggio verso casa e ottenere la benedizione del padre. Ed è quindi soltanto al suo ritorno che Angelique fa una scoperta devastante: Barnabas ha smesso di amarla e ha già chiesto la mano di un’altra donna. Umiliata per l’affronto subito e accecata dalla gelosia, la ragazza gli giura allora una terribile vendetta: perché lei è un’adepta dello Spirito Oscuro, una strega esperta nell’arte della magia nera e in grado di condannare un uomo per l’eternità, trasformandolo in un vampiro

Al prezzo accessibile di 9,90 euro Lara Parker ci invita ad entrare nel fantastico mondo di Dark Shadow, il fenomeno di culto che ha ispirato l'omonimo film di Tim Burton. 

Titolo originale: Dark Shadows
Pagine: 448
Prezzo: 9,90 Euro
In libreria: 3 maggio 2012



L’autrice
Lara Parker, nome d’arte di Lamar Rickey Hawkins, è cresciuta a Memphis, nel Tennessee. Dopo essersi laureata in Filosofia, ha conseguito una specializzazione in Drammaturgia e si è trasferita a New York, dove alla fine degli anni ’60 è stata scelta per recitare nel ruolo di Angelique in Dark Shadows, una serie televisiva di enorme successo negli Stati Uniti. Alla metà degli anni ’90 ha deciso di abbandonare le scene per dedicarsi interamente alla scrittura di romanzi, sceneggiature e racconti. Attualmente vive a Topanga Canyon, in California.


14 aprile 2012

Anteprima QUESTA SQUADRA La ginnastica ritmica, le Farfalle, la mia vita di Emanuela Maccarani con Ilaria Brugnotti

Dal 30 aprile in libreria 
Emanuela Maccarani con Ilaria Brugnotti
Questa squadra
La ginnastica ritmica, le Farfalle, la mia vita


Pagine: 124
Euro: 15,00

La storia della squadra nazionale pluri campione del mondo
guidata da Emanuela Maccarani,
l’allenatrice più medagliata della storia della ginnastica ritmica.

Questa squadra non è una storia. Né tanto meno un romanzo. Non è un semplice racconto né una biografia scandita dall’inesorabile tra­scorrere degli anni. Questa squadra, prima di tutto, è un’espressione verbale. Un modo di dire che porta con sé le vicissitudini, le emo­zioni, le delusioni, le conquiste, le rinunce, i sacrifici, le sconfitte e le vittorie – tante – di Emanuela Maccarani, l’allenatrice responsabile della Squadra Nazionale Italiana. Colei che è riuscita a portare l’Italia della ginnastica ritmica, per la prima volta, sul tetto del mondo. L’al­lenatrice più medagliata di sempre.
Questa squadra: così Emanuela definisce le ragazze che si sono avvi­cendate nel corso degli anni, nella rosa della Nazionale. Questa squa­dra che, dopo 88 medaglie e tre titoli mondiali consecutivi, vinti dal 2009 al 2011, insegue un sogno: l’Olimpiade di Londra.

Le Autrici 
Emanuela Maccarani nasce a Milano il 20 settembre 1966, diplomata Isef, giudice nazionale e internazionale. È tecnico con brevetto FIG di terzo livello. Allenatrice responsabile della squadra nazionale dal 1997, può contare nel suo palmares 88 medaglie, fra cui l’argento all’Olimpiade di Atene del 2004 e tre titoli mondiali assoluti vinti, consecuti­vamente, nel 2009, 2010 e 2011.

Ilaria Brugnotti nasce a Milano il 19 agosto 1976. Giornalista professionista, laureata in Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università degli Studi di Milano, ex ginnasta, poi tecnico e giu­dice regionale, lavora per «Quattroruote TV» e collabora con «La Gazzetta dello Sport», «Eurosport» e la rivista federale «Il Ginnasta». Nel 2008 ha creato il sito www.ginnasticaritmicaitaliana.it.



 Pesaro 13-15 aprile 2012

04 aprile 2012

Anteprima UNA CASA DI PETALI ROSSI di Kamala Nair

«Leggere Una casa di petali rossi è un’esperienza indimenticabile:  le protagoniste – con i loro errori, i loro rimpianti, le loro paure e i loro segreti - lasciano il segno.»
ELLE.com


 Titolo originale: The Girl in the Garden
Categoria: Narrativa
Pagine: 384
Prezzo: € 16,60

In libreria: 26 aprile 2012

Trama
È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all’aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo.
Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all’estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso, e a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta… Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l’amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi…
Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo sorprendente romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee, per rivelare come sia sempre possibile spezzare le catene del passato e aprirsi con slancio a ciò che il futuro può offrire.

L'autrice
Kamala Nair è nata a Londra, ma ha vissuto fin da piccolissima negli Stati Uniti. Dopo essersi laureata presso il prestigioso Wellsley College, è tornata in Europa per proseguire gli studi, prima a Oxford, poi al Trinity College di Dublino, dove ha conseguito un master in Scrittura creativa. Attualmente vive a New York.